Schermata 10-2456586 alle 18.06.58

Oggi burek!

Attanagliati dalla nostalgia di Sarajevo? O galvanizzati dalla storica qualificazione della Bosnia ai mondiali? Chi può dirlo? Forse entrambe le cose. Fatto sta che oggi ci siamo ricreati un angolino balcanico, ascoltando Halid Bešlić e cucinando un burek strepitoso (rigorosamente hand made pure la «jufka»).

Per i non praticanti l’universo balcanico, il burek è un’eredità culturale ottomana, una gustosa chiocciola di jufka (una sfoglia sottilissima) ripiena di carne (ma anche formaggio o spinaci), cotta nel sač e accompagnata dallo yogurt. Per chi avesse la fortuna di avventurarsi per le strade di Sarajevo troverà una buregdžinica a ogni piè sospinto, ma un consiglio che mi viene proprio dal cuore (e dalla gola) è di fermarsi in mali Bravadžiluk da Sač.

Comunque chiudo l’inusuale post gastronomico di oggi con una dovuta precisazione. Il mio contributo alla riuscita del burek è stato infimo, l’artefice della meraviglia è Paolo che ha tirato la yufka ad arte come fosse nato in Baščaršija.

 

.

Leave A Comment?


9 + quattro =